sabato 30 agosto 2014

NORMA!

Ancora una volta devo esprimere la gioia di abitare al comune of Natick – al nord un gran centro commerciale, al sud una gran fattoria, tutti e due nello stesso comune. Con la stessa facilità, si può arrivare al centro di Boston, e si può fare le spese a varie fattorie.

Stamattina, nel parco comunale al centro di Natick, abbiamo fatto una visita ai mercati degli agricoltori.  Non c'è spazio qui per descrivere tutte le delizie che si vedevano.  Ma una cosa voglio descrivere: LE MELANZANE! Bellissime.  Nel supermercato si vedono quasi esclusivamente le grandi melanzane nere. Rarissimamente si vedono le melanzane piccole, di colore viola, come si trovano nella Sicilia.

Inspiegabilmente, non avevo mai preparato la Norma.  Me ne vergogno doppiamente – mi vergogna come siculofilo, e mi vergogno come Bellinofilo!
  Once again I must express the joy of living in the town of Natick – in the north a large mall, in the south a large farm, both in the same town. With equal ease, you can go to the center of Boston, and you can go shopping at various farms.

This morning, at Natick Common, we visited the farmers' markets.  There is not space here to describe all of the delicacies that we saw.  But one thing I do want to describe: THE EGGPLANTS!  Gorgeous.  In the supermarket you see almost exclusively the big, black eggplants.  Very rarely do you see the small, purple eggplants, such as one finds in Sicily.

Inexplicably, I had never made la Norma.  I am doubly ashamed – ashamed as a Siculophile, and ashamed as a Belliniphile!
Notate che la melanzanina nera a sinistra è molto più piccola di quanto appare nell'immagine (16,5 cm).
Note that the little black eggplant at left is much smaller than it appears in the photo (6.5 inches).
Foto: Leonardo Ciampa (30 agosto 2014)
Chistu è nu piattu a la catanisa fattu apposta in onuri di Vincenzu Bellini.

Priparativi na cumuni salsa di pumadamuri a lu basilicu. Pigghiati tri beddi milinciani siciliani, spaccatili 'n quattru, mittitili dintra na sculapasta sbrizziannuci supra n'anticchia di sali da cucina, e lassati ripusari pi un'ura abbuccata. 

Fattu chistu, pigghiati na padedda cu nu bicchieri d'ogghiu di casa vugghienti e faciti friiri li milinciani. Dintra n'autra pignata cucitivi nu beddu piattu di spaghetti a testa e a mità cuttura sculati e 'mpiattati dopu chi aviti cunzatu la pasta cu la salsa di pumadamuri.

Dintra ogni piattu, stinnicchiatici li milinciani e na bedda manciata di ricotta salata e saliata.
  Questo è un piatto alla catanese fatto apposta in onore di Vincenzo Bellini.

Preparatevi una comune salsa di pomodori al basilico. Prendete tre belle melanzane siciliane, spaccatele in quattro, mettetele dentro una scolapasta, spargendoci sopra un po' di sale da cucina, e lasciate scolare per un ora.

Fatto questo, prendete una padella con un bicchiere d'olio [d'oliva] di casa bollente.  In un'altra pentola cuocetevi un bel piatto di spaghetti a testa, e a metà cottura scolate, acconciate con la salsa di pomodoro [cioè, mettete la pasta nella padella con il sugo, ove si finisce a cuocere] e impiattate.

In ogni piatto, disponete le melanzane e una bella manciata di ricotta salata a scaglie.

(Questa classica ricetta siciliana si trova nel libro Sicilia in Bocca di Antonio Cardella. Traduzione italiana di Leonardo Ciampa.)
  This is a dish from Catania named in honor of Vincenzo Bellini.*

Prepare a tomato & basil sauce in the normal way.  Take three nice Sicilian eggplants, divide them in four, put them in a colander, sprinkle a little kitchen salt on top of them, and let them drain for an hour.

After having done this, take a skillet and bring a cup of homemade olive oil to a boil. In another pan, cook a nice dish of spaghetti per headand then midway through cooking, strain it, add it to the skillet with the tomato sauce, and let it finish cooking there.  Then serve.

In each plate, arrange the pieces of eggplant and add a good handful of ricotta salata, grated in slivers.

*=Composer of the great opera, Norma.

†=Note that these purple eggplants are much smaller than the big, black American ones, and that the purple skins are edible.

+=I.e., enough spaghetti so that each person has a nice plate.  

(This classic recipe is found in the book Sicilia in Bocca by Antonio Cardella.  English translation by Leonardo Ciampa)
Ricotta salata
Foto: goodfoodrevolution.com
Io ho usato gli spaghetti, ma potete usare le mezze maniche oppure i mezzi rigatoni.
I used spaghetti, but you can use mezze maniche or mezzi rigatoni.
Foto:seriouseats.com
Ho comprato anche questa ai mercati degli agricoltori:
una straordinaria demitasse artigianale,
opera di Jill Soloway, di Natick.
I also bought this at the farmers' markets:
an extraordinary handcrafted demitasse,
the work of Jill Soloway of Natick.

Foto: Leonardo Ciampa (30 agosto 2014)

"Mira, O Norma" (Joan Sutherland, soprano & Marilyn Horne, mezzosoprano)
Vincenzo Bellini (1801-1836)

4 commenti:

  1. uno dei miei piatti preferiti, buonissimo!!!

    RispondiElimina
  2. Adoro questo piatto e tutti quelli che hanno come ingrediente la melanzana. E poi quelle che io uso sono a km 0. Se domani passi da me troverai una ricetta della tradizione davvero squisita.
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne vedo l'ora, Barbara! A domani, dunque!

      Elimina
  3. omaggio a Vincenzo Bellini e a questo straordinario piatto,ambedue bandiere della città di Catania :D
    un abbraccio
    Ketti

    RispondiElimina