sabato 27 luglio 2019

25 immagini di Napoli / 25 images of Naples

Non c’è dubbio che Napoli sia, culturalmente parlando, la città più ricca, più magnifica, più colorata e più influente del mondo.

Proprio adesso, i fan di Parigi stanno deridendo, imprecando, e facendo smorfie. Ma non è questo il punto: il pregiudizio che gli altri europei nutrono verso Napoli. In nessun luogo quel pregiudizio è più forte che nel Nord Italia.

Tuttavia, contate la quantità di canzoni classiche napoletane che sono diventate famose in tutto il mondo. Quante canzoni di Firenze o di Venezia conoscete? Parigi ha dato al mondo una canzone famosa: La vie en rose. Oltre a quella, quante canzoni parigine conoscete?

Resta il fatto che, prima di Garibaldi, Napoli era un centro culturale del mondo. Durante il periodo di Haydn, il sogno di un giovane compositore era di studiare non a Berlino o a Vienna ma a Napoli – che a quei tempi aveva QUATTRO importanti conservatori. Parigi e Berlino non hanno mai avuto quattro importanti conservatori in nessun momento della loro storia.

Si potrebbe parlare anche della pizza ... La pizza è il cibo più conosciuto e amato in questo pianeta. Perché la bagna cauda non è così conosciuta o amata?

Ma non serve discutere della superiorità culturale di Napoli – perché è un fatto indiscutibile.

Ecco 25 foto che danno solo il più piccolo assaggio dello splendore mozzafiato di Napoli il suo famoso golfo.
   There can be no doubt that Naples is, culturally speaking, the richest, most magnificent, most colorful, and most influential city in the world.

Right about now, fans of Paris are grimacing and scoffing and cursing. But isn't that the point: the prejudice that other Europeans harbor towards Naples. Nowhere is that prejudice stronger than in Northern Italy.

However, count the amount of classic Neapolitan songs which became famous throughout the world. How many songs from Florence or Venice do you know? Paris gave the world one famous song: La vie en rose. Besides that one, how many Parisian songs do you know?

The fact remains that, before Garibaldi, Naples was a cultural center of the world. During the time of Haydn, the dream of a young composer was to study not in Berlin or Vienna but Naples – which, in those days, had FOUR important conservatories. Paris and Berlin never had four important conservatories at any point in their history.

One could speak also of pizza ... Pizza is the most widely known, and widely loved, food on this planet. Why isn't bagna cauda so known or loved?

But there is no point arguing about the cultural superiority of Naples – because it is an unarguable fact.

Here are 25 photos which give only the tiniest taste of the breathtaking splendor of Naples and its famous bay.
Cattedrale di Napoli
Basilica di Santa Restituta
Piazza del Plebiscito & la Basilica reale di San Francesco di Paola
Carlo Brogni, Maccheronaio napoletano / Neapolitan macaroni-maker
Cuccumella / Neapolitan flip coffee maker
Enrico Caruso, il più gran tenore della storia, nacque a Via Santi Giovanni e Paolo, 7, vicino a Piazza Ottocalli, nel quartiere San Carlo all’Arena.
Enrico Caruso, the greatest tenor in history, was born on Via Santi Giovanni e Paolo, 7, near Piazza Ottocalli, in the San Carlo all'Arena district.
Casatiello
Chiesa di Gesù Nuovo
Giuseppe Sanmartino, Cristo Velato / Veiled Christ
Faraglione
Capri, Grotto azzurro
Galleria Umberto
Rovigliano
Vesuvio
Castello Nuovo
Piazza di San Lorenzo
Spaccanapoli
Pizza margherita autentica
Palazzo Donn’Anna
Gaiola
Piazza Trieste e Trento
Il Pino di Napoli era un albero, della specie Pinus pinea (pino domestico), che fino agli anni ottanta adornava gran parte delle cartoline con la veduta panoramica della città di Napoli e del golfo partenopeo, con il Vesuvio a fare da sfondo, un’immagine che lo ha reso tuttora un simbolo ben noto dell’oleografia napoletana. Si trovava in via Minucio Felice (traversa di via Orazio), in prossimità della chiesa di Sant’Antonio a Posillipo. In base all’analisi delle raffigurazioni precedenti, dovrebbe essere stato piantato dopo il 1855, o comunque divenuto adulto dopo tale data. Nonostante il valore storico, è stato abbattuto nel 1984 perché malato. Dopo l’abbattimento dell’esemplare originario, un nuovo pino di Napoli è stato piantato nel 1995 da Legambiente, che ogni anno celebra la ricorrenza dell’evento.
The pine tree of Naples was a tree, of the species Pinus pinea (domestic pine), which until the 1980s adorned many postcards with a panoramic view of the city of Naples and the Gulf of Naples, with Mt. Vesuvius in the background; the image became a well-known symbol of Naples. It was located in Via Minucio Felice (at the intersection of Via Orazio), near the church of Sant'Antonio a Posillipo. Based on the analysis of older images, it would have been planted after 1855, or at least became mature after that date. Despite its historical value, it was taken down in 1984 due to illness. After the demolition of the original specimen, a new Naples pine was planted in 1995 by Legambiente. Every year the planting of the new tree is commemorated.
Pulcinella
La tarantella
William Marlow, Vesuvius erupting at night
Photos: Wikipedia

Videte quoque:
25 immagini della Sicilia / 25 images of Sicily

Nessun commento:

Posta un commento